Home

Biografia

Presentazione

Appuntamenti

Scrivi

 

 

 

 

La forma universale dell’amore

Prefazione di Sergio De Angelis

 

La prefazione a questa silloge non è certo letteraria, oppure che si riferisce alla vita reale terrena o dai ricordi infranti o amori passati. Nei versi di Katia bisogna prepararsi a una lettura mistica profonda e karmica. L’amore universale e assoluto che si articola nei suoi versi tende a condurre il lettore nel mondo divinamente giusto e consapevole. Una sua frase “Non si vive per una ricompensa che giungerà un domani. Si vive per dar senso all’oggi.” Questa frase prepara la lettura del senso del vero, di quello illuminato e tracciato, la via giusta per arrivare alla meta con serena partecipazione, indice di libertà interiore.
L’amore vero non è esclusivamente karmico, anche mistico, Katia riesce a donarci questa grande emozione, l’espressiva radice di questa ricerca universale rende il senso, quasi di salmo, ogni suo capoverso o versetto.
Il suo DNA poetico non contiene soltanto la capacità espressiva ma anche e soprattutto l’universalità. Infatti, la vera poesia è quella universale che può essere letta oggi, domani, sempre.
Il sempre è una chiara risposta alle innumerevoli domande che facciamo a noi stessi, ogni volta che camminiamo sulla strada mistica.
Questo percorso che Katia ci invita a seguire è un percorso intriso di percezioni illuminate di simboli chiari e riferimenti puri. Le sue parole, in un mondo così inquinato, sembrano avere la forza di depurare ogni cosa del presente. La forma di vita come l’acqua rende partecipe nei suoi versi la vita. A passo lento è una raccolta che ci rende il tempo per riflettere e per questo suo modo di scrivere che si riesce a prendere il tempo necessario per il fare.
Leggere frasi come. “Ciò che di me ti Ama vive nel fondo di ogni cosa, ne è sostanza ed essenza assieme.” induce al pensiero mistico più profondo e scava fino al punto in cui trova sostanza ed essenza per amare l’invisibile.
La semplicità con cui si può amare, possedere, ciò che si vede si sente si tocca, non è la completezza o la vera fiducia in sé e per gli altri.
L’amore verso ciò che non puoi toccare o vedere è l’essenza delle parole di Katia.
La sua forma universale d’amore provvede a rendere noi edotti di una forma faticosa e poco materiale, dell’amore di cui solitamente consumiamo, trasportandoci in quella definizione poco usata oggi “Leggerezza”.
Ogni simbolo estratto e celato nelle sue parole esalta subito lo spirito interiore portando il cuore al di fuori del corpo e, come un’operazione a cuore aperto, abbraccia la vita senza limiti.
Ti parla ancora la mia Anima. Lo fa ogni mattina al risveglio, quando apro gli occhi e ti affido a Dio.”
Con questo dialogo riesce ad instaurare un collegamento netto e preciso, e rende l’anima come strumento di dialogo con Dio. Affida a lui il bene prezioso, dove dimora l’amore, ringrazia e non si ferma, e riempie con quell’amore il vuoto che ritroviamo la sera.
Una danza lenta e poi, veloce. Un vibrar d’anime e di corpi. E siam tutt’Uno con il lupo e il falco, con l’orso e l’aquila.”
Il connubio con il creato, che Katia esprime nelle parole, con l’intero mondo vivente, ci rende universalmente uniti verso un amore comune, quello della vita. La forma vivente descritta da Katia non include solo il mondo ragionevole, ma tutto ciò che esiste e per cui è stato creato. Ogni forma di vita fa parte della nostra vita e in questo Katia ne esalta le proprietà facendo di un mondo diviso e diverso, un unico mondo, quello creato.
Concludo dicendo che Katia ha dedicato una delle sue poesie, da cui nasce il titolo, al maestro spirituale bulgaro Beinsà Duno; e io concludo con uno stralcio del suo insegnamento, per la precisione il numero tre: “Il nocciolo dell’insegnamento Divino è: l’Amore, la Saggezza e la Verità. L’Amore è ciò senza il quale nessuna vita può esistere. La Saggezza è ciò senza la quale nessun movimento può esistere. La Verità è ciò senza la quale nessuna frontiera può esistere. L’Amore è il principio della vita. La Verità è la fine della vita.”
Credo quindi che l’amore di Katia sia espressione di realtà, e leggendo ci rendiamo conto che la vita su questo pianeta inizi e finisca non avendo senso solo per se stessi.

 

 

Richiedi libro a libri@akkuaria.org

È vietato l'uso delle immagini e dei testi non autorizzato.
© 2016 Associazione Akkuaria

Associazione Akkuaria
Via Dalmazia 6 - 95127 Catania
Registrata Ufficio Atti Civili di Catania il 3 maggio 2001 al n.ro 6010-3 - C.F. 93109960877

Presentazione Akkuaria - Statuto Akkuaria - Scrivi Akkuaria